Il cuore dell'insegnamento di Krishnamurti è contenuto nell'affermazione fatta nel 1929:

"La verità è una terra senza sentieri. L'uomo non può raggiungerla attraverso nessuna organizzazione, credo, dogma, clero, o rituali, né attraverso lo studio filosofico, o le tecniche psicologiche.

Deve trovarla attraverso lo specchio dei rapporti, attraverso il riconoscimento dei contenuti della propria mente e l'osservazione, e non mediante l'analisi intellettuale o la dissezione introspettiva.

Gli uomini hanno costruito in se stessi le immagini della propria sicurezza, religiose, politiche e personali, che si esprimono come simboli idee e credenze.

Il loro peso domina il pensiero, i rapporti, la vita quotidiana dell'uomo. Sono la causa dei nostri problemi, perché in qualunque rapporto dividono le persone.

La nostra percezione è modellata dai concetti già formati nella mente. Il contenuto della nostra coscienza è la coscienza stessa, ed è comune a tutta l'umanità. La personalità consiste soltanto nel nome, nella forma e nella cultura ricavata dall'ambiente.

La specificità dell'individuo non sta nei fattori superficiali, ma nella totale libertà dal contenuto della coscienza.

La libertà non è una reazione, la libertà non è una scelta. E' una pretesa umana pensare che la possibilità di scelta sia libertà.

La libertà è pura osservazione senza movente; la libertà non si situa alla fine dell'evoluzione umana, ma nel primo momento della sua esistenza. L'osservazione porta a scoprire la mancanza di libertà.

La libertà risiede nella consapevolezza priva di scelta della vita quotidiana.

Il pensiero è tempo.

Il pensiero nasce dalle esperienze e dalle conoscenze, che sono inseparabili dal tempo.

Il tempo è il nemico psicologico dell'uomo.

Il nostro agire si basa sul conosciuto e quindi sul tempo, e così l'uomo è continuamente schiavo del passato.

Diventando consapevoli del movimento della coscienza, possiamo osservare la divisione tra il pensatore e il pensiero, tra osservatore e osservato, tra il soggetto dell'esperienza e l'esperienza.

Scopriremo che questa divisione è illusoria. Allora rimane la pura osservazione, che è intuizione senza residuo del passato.

L'intuizione priva di tempo induce un profondo e radicale cambiamento nella mente.

La negazione totale è l'essenza della positività.

Dove c'è negazione di tutto ciò che non è amore (cioè desiderio e piacere), allora c'è amore, con la sua compassione e intelligenza".


Jiddu Krishnamurti (Londra, 21 ottobre 1980)

Votazione Globale (0)

0 su 5 stelle

Posta commento come visitatore

Allegati

Vota questo elemento :
0 / 800 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-800 caratteri

Persone in questa conversazione

  • Si e' cosi' ma quanti sono disposti ad alzare tutti veli di maya per capire l'llusione della realta', ma quale realta' poi, se per ognuno e' diversa? ognuno ha il suo cammino nel sentiero tracciato della vita, ognuno ha il suo karma, il suo destino, cerchiamo solo di essere consapevoli che solo attraverso l'amore possiamo elevare la nostra anima al punto tale che non ci saro' piu'un' IO 'ma il 'TUTTO, 'sentiamo e meditiamo questo sopprattutto con il cuore perche' le parole non sono che indicazioni inutili se non passano attraverso il cuore. Buone giornate a venire.

Preferiti

  • Si e' cosi' ma quanti sono disposti ad alzare tutti veli di maya per capire l'llusione della realta', ma quale realta' poi, se per ognuno e' diversa? ognuno ha il suo cammino nel sentiero tracciato della vita, ognuno ha il suo karma, il suo destino, cerchiamo solo di essere consapevoli che solo attraverso l'amore possiamo elevare la nostra anima al punto tale che non ci saro' piu'un' IO 'ma il 'TUTTO, 'sentiamo e meditiamo questo sopprattutto con il cuore perche' le parole non sono che indicazioni inutili se non passano attraverso il cuore. Buone giornate a venire.

Visita il Nostro Negozio

×
Seguici su Facebook!
×

Cari Navigatori, Camminidiluce ora ha la Navigazione Sicura in https, in questo passaggio abbiamo perduto tutti i vostri Like e Commenti , attendiamo con gioia i vostri nuovi apprezzamenti alle pagine!